Un team di ricerca britannico presso la Loughborough University nel Leicestershire, in Inghilterra, afferma di avere un nuovo sistema per ridurre, ed eventualmente eliminare, le pericolose emissioni di NOx dai motori diesel. Il team afferma che con i fondi adeguati la nuova tecnologia potrebbe raggiungere il mercato in due anni. Questo sistema si chiama ACCT (tecnologia di creazione e conversione dell’ammoniaca) e converte l’AdBlue, il cosiddetto “gas di scarico diesel” utilizzato dalla maggior parte dei veicoli diesel attuali, in una soluzione ricca di ammoniaca che de-costruisce gli ossidi di azoto, lasciando azoto innocuo e acqua. L’ACCT è inoltre capace di lavorare a basse temperature. Rapporti preliminari, basati su uno studio dei taxi Skoda, mostrano che può catturare il 98% degli NOx, rispetto al 60% con il sistema attuale.

Il professor Graham Hargrave, uno dei leader dello studio, afferma che è solo il primo passo Il team. Questa ricerca è tempestiva considerando che le città e i paesi stanno cercando di capire come pulire l’aria. Roma, insieme a Parigi, Madrid, Atene e Città del Messico, hanno in programma di vietare il diesel all’interno dei confini della città o all’interno dei centri urbani. Porsche si sta attaccando al carburante per almeno un’altra generazione di Cayennes mentre FCA prevede di abbandonarlo interamente entro il 2022.